Logo SIREC pavimenti in resinaLogo SIREC pavimenti in resina

Faq (Domande Frequenti)

E' possibile rivestire anche le pareti con piastrelle?

Certo, ma è giusto precisare che per le pareti si utilizzano piastrelle diverse dal pavimento; anche per le pareti, per l’impermeabilità, è indispensabile sigillare le fughe con resina epossidica.

Il pavimento in piastrelle carrellabile?

Si è carrellabile previa corretta scelta della tipologia della piastrella in funzione dello spessore.
Una scelta errata durante la progettazione dello spessore può comportare rotture, quindi generare continue spese per la manutenzione.

Nell'industria alimentare meglio il pavimento in piastrelle o in resina?

Non esiste il “meglio” in assoluto, la scelta è dettata dalla destinazione d’uso, è indispensabile il sopralluogo di un nostro tecnico al fine di verificare le reali condizioni di utilizzo:

  • Transito di veicoli per la movimentazione
  • Lavaggi e tipo di sostanze utilizzate per la sanificazione
  • Tipologia di lavoro svolto
  • Sottofondo esistente
Il pavimento in piastrelle idoneo per l'industria alimentare?

Certamente il pavimento in Klinker e/o gres porcellanato se sigillato con resina epossidica insieme allo sguscio e ai pezzi speciali, ottimizza la continuità e l’uniformità delle superficie rendendolo impermeabile ai liquidi di lavorazione.

I pavimenti in resina sono idonei per le camere bianche - sterili?

In tutti quei locali dove si effettuano operazioni delicate, a rischio contaminazione di microrganismi, possiamo realizzare una speciale finitura “a specchio” che permette una facile pulizia e sanificazione.

Come si pu massimizzare l'igiene con il pavimento in resina?

Con l’incorporazione nelle pavimentazioni del nostro additivo “naturale”, mediante il rilascio di ioni d’argento, si contrasta l’accrescimento batterico e si assicura una protezione continua contro i batteri.

Fate anche lo sguscio in resina?

Certo lo sguscio in resina, raccordato al rivestimento, contribuisce alla continuità delle superfici evitando il ristagno di sporco, quindi non vie è alcun rischio di annidamento di microrganismi che possono contaminare gli alimenti.

Quali sono i campi di utilizzo dei pavimenti in resina?

I nostri pavimenti e rivestimenti in resina sono in grado di resistere a tutte le sollecitazioni chimiche e meccaniche che si riscontrano nelle condizioni d’uso a livello industriale; pertanto possono essere applicati in ogni ambiente industriale.

Per tutti gli ambienti industriali, nonché alimentare, chimico-farmaceutico-cosmetico, metalmeccanico, siamo in grado di formulare e realizzare pavimenti specifici per ogni esigenza.

I pavimenti in resina si possono applicare solo su supporti nuovi o anche su supporti esistenti?

I nostri pavimenti e rivestimenti in resina, previa adeguata preparazione, possono essere applicati sia su nuovi supporti sia su supporti esistenti  in calcestruzzo, gres, klinker o altri, evitando così la demolizione e la ricostruzione, diventando parte integrante del nuovo pavimento.

Secondo la destinazione d’uso e secondo la tipologia di supporto formuliamo la tipologia di pavimentazione più idonea.

Se la superficie da trattare è un supporto in calcestruzzo nuovo, lo stesso deve essere lasciato maturare; se non sufficientemente maturo, stagionato, potrebbero formarsi delle crepe sulla resina, dovute al movimento del sottofondo

Pavimenti in resina particolarmente danneggiati, possono essere riparati in modo molto semplice e riportare la pavimentazione allo stato originario senza particolari problematiche.

 

Perch scegliere un pavimento in resina?

I nostri pavimenti e rivestimenti in resina sono pavimenti continui, monolitici, non hanno fughe pertanto non sono soggetti alla proliferazione microbica, di facile pulizia, quindi igienici e rispondono pienamente al sistema di autocontrollo HACCP presente in tutte quelle aziende dove vi è lavorazione-trasformazione dei prodotti alimentari.
Inoltre essendo impermeabili non assorbono sostanze che possono danneggiarli nel tempo come oli, grassi, lubrificanti, carburanti.

Il pavimento in resina è adattabile all’ambiente nel quale deve essere posato, in base alle necessità che si presentano.

Pavimenti e rivestimenti in resina rilasciano odori negli ambienti?

Quando indurita e catalizzata la resina è un sistema inerte e quindi esente da odori e atossica. In fase di posa, alcune tipologie di resina, rilasciano sostanze volatili con un odore più o meno intenso.

I pavimenti in resina sono carrellabili?

Certamente, i nostri pavimenti in resina, con elevate resistenze meccaniche, sono carrellabili, inoltre essendo continui sono particolarmente idonei negli ambienti dove il traffico dei carrelli è elevato perché l’assenza di fughe evita il sobbalzo del carrello, quindi minor costo di manutenzione del veicolo.

Con il pavimento in resina posso ottenere superfici planari per magazzini a corsie strette - VNA-?

Nei magazzini a corsie strette – VNA – dove le tolleranze di planarità sono molto restrittive per poter sfruttare appieno il potenziale delle prestazioni nella movimentazione ed in sicurezza per gli operatori, la nostra tipologia in resina EPOXIBETON "brevettata" è quella che garantisce la correzione/creazione della planarità, in conformità alle norme DIN 15185. Inoltre , con una particolare tecnologia siamo in grado di garantire il rispetto delle tolleranze di planarità previste dalle linee guida VDMA.

Qual la durata di un pavimento in resina?

I nostri pavimenti e rivestimenti in resina  sono stati studiati per avere lunga durata nonostante siano sottoposti allo stress quotidiano delle attività; molti sono stati installati da oltre 10 anni, pertanto sono garantiti per il limite massimo 10 anni.

Fate solo la fornitura o anche la posa dei pavimenti in resina?

I nostri pavimenti e rivestimenti in resina epossidica sono formulati nel nostro stabilimento e posati direttamente, da personale altamente specializzato:  fornitura “chiavi in mano”; quindi il Committente ha un unico interlocutore che è SIREC, per questo molti ci hanno scelto.

La nostra formula "chiavi in mano" è voluta per dare al Cliente un servizio di tranquillità e qualità.

Il cliente non dovrà preoccuparsi della gestione delle varie manovalanze, del coordinamento dei lavori e la consegna è garantita.

I pavimenti in resina sono antiscivolo/antisdrucciolo?

Certamente con i nostri pavimenti in resina epossidica si può ottenere il coefficiente d’attrito mirato alle esigenze, certificati con il metodo B.C.R.A. (British Ceramic Research Association Ltd.).  Essi sono particolarmente indicati in quei locali ove vi sono versamenti di oli e liquidi in genere, pertanto,  in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, conformi alla normativa vigente ( T.U. D.lgs 81/08 - ALLEGATO IV – p. 1.3.2)

 

Che spessore ha un pavimento in resina?

Per definire lo spessore di un pavimento in resina è determinante conoscere le caratteristiche del fondo che si incontra e la sua destinazione d’uso, in base a ciò è possibile applicare spessori fino a 5/7 mm.

Come sono i pavimenti in resina dal punto di vista estetico?

I pavimenti  industriali in resina epossidica sono durevoli,  facili da pulire e di gradevole aspetto estetico.

Effettuate la resinatura delle pareti?

Certo. La resinatura delle pareti, realizzata con il nostro sistema WALLGLASS/AC, si rende necessaria in quei locali ove necessita una superficie uniforme, impermeabile, facile da pulire e sanificare

Effettuate i rivestimenti per contenitori di sostanze alimentari?

Certo. Il rivestimento WALLGLASS, regolarmente certificato, è il giusto sistema per il rivestimento interno di contenitori  di  sostanze alimentari e per il rivestimento di contenitori liquidi destinati all’alimentazione, impermeabile, facile da pulire e sanificare.

I pavimenti in resina sono ignifughi?

I pavimenti e i rivestimenti SIREC, rispettano la normativa relativa ai prodotti o elementi di costruzione riferita alla caratteristica di reazione al fuoco.
Essi sono classificati in “Classe I” secondo i criteri del DM 26/06/1984.

A quali temperature resistono le pavimentazioni in resina?

I pavimenti e i rivestimenti SIREC oltre a racchiudere tutte le caratteristiche specifiche per l’industria alimentare, raggiungono temperature  fino a - 40°C, pertanto sono idonei per essere impiegati in celle frigorifere.  Utilizzando poi particolari sistemi della gamma SIREC si  ottiene la resistenza al contatto, di liquidi o sostanze, ad alte temperature.

Dopo quanto tempo agibile il pavimento in resina?

Il pavimento in resina con una temperatura ambiente di circa 10/15°C,  è calpestabile dopo 48 ore.
E' agibile al traffico veicolare dopo 4 giorni e alle sostanze chimiche dopo 7 giorni.
Qualora fosse necessario ridurre i tempi di agibilità è possibile  utilizzare sistemi a rapido indurimento.

Per realizzare il pavimento in resina i locali industriali devono essere privi di macchinari?

No. Il pavimento in resina può essere realizzato anche in presenza di impianti inamovibili e l'attività dell'azienda deve essere temporaneamente bloccata nell'area interessata.

I pavimenti in resina sono conducibili - conduttivi?

Certamente i nostri pavimenti in resina epossidica, se richiesti, possono essere realizzati con caratteristiche antistatiche (conduttive) in grado di evitare l'accumulo di cariche elettrostatiche sulla loro superficie, in conformità alla norma CEI 64-4 ed alla norma EN 1081 con valori di resistenza elettrica inferiori a 106 Ohm

I pavimenti in resina necessitano di manutenzione?

I pavimenti  in resina SIREC sono forti e resistenti nel tempo, resistono a tutte le sollecitazioni chimiche e meccaniche che si riscontrano nelle condizioni normali d’uso a livello industriale; qualora accidentalmente si danneggiassero, SIREC, come prassi, rilascia un kit di pronta e facile manutenzione.

Realizzate pavimenti in resina per parcheggi?

I rivestimenti  in resina  SIREC sono tutti carrabili, sono idonei per il rivestimento di parcheggi nelle svariate colorazioni; sono inoltre ideali per ristrutturare e bonificare i vecchi autosilo.

Quale finitura possibile applicare ai pavimenti in resina?

L’aspetto finale delle pavimentazioni in resina, a seconda delle tipologie applicate si presenta: lucido, semilucido, opaco, satinato.